Venezia73 – “White sun” e il conflitto fra modernità e tradizione in Nepal

/, film, recensioni/Venezia73 – “White sun” e il conflitto fra modernità e tradizione in Nepal

I film sul Nepal che si vedono nei festival sono spesso operazioni della pro-loco: musiche languide, vestiti tradizionali colorati, paesaggi mozzafiato e lunghe insistenze sui riti religiosi.
E anche “White Sun” corre questo rischio quando una delle primissime inquadrature indugia sui poveri nepalesi che viaggiano sul tetto del bus per spendere meno.
Ma, nonostante questo film sia una opera seconda (il primo film di Rauniyar, “Highway”, è stato presentato nel 2012 alla Berlinale) e nonostante sia una co-produzione internazionale, “White sun” si dimostra una operazione genuina che racconta una storia densa ambientata fra le montagne del Nepal.

Il contesto è quello della fine della guerra civile dove i Maoisti hanno fronteggiato le forze governative della monarchia, a cavallo del cambio di secolo.
Chandra è un guerrigliero maoista che torna al suo paese proprio in coincidenza con la morte del padre, capo del villaggio.
Negli angoli remoti del Nepal le tradizioni resistono e gli anziani del paese non ne vogliono sentire di effettuare cerimonie funebri moderne. Il corpo del vecchio andrà portato a bordo fiume, dai due figli scalzi.
Ma Suraj (il fratello di Chandra) è un governativo e i due iniziano a litigare durante il trasporto. Dagli eventi che si succederanno si arriverà a coinvolgere anche quel che rimane delle truppe monarchiche e i guerriglieri maoisti.
Alla fine sarà l’intervento dei bambini a portare la pace e a far compiere il rito funebre.

“White sun” racconta la distanza fra tradizione e modernità, tra potere e popolo, tra bambini e adulti. E ci accompagna nel viaggio di Chandra per la foresta, attraverso i fiumi, arrampicati per le vie strette che portano a villaggi fatiscenti ma orgogliosi.
– – –
White sun” / aka “Seto Surya”
Nepal, Usa, Qatar, Olanda, 2016 – 89’ – 2.39:1
diretto da Deepak Rauniyar,
scritto da Deepak Rauniyar e David Barker
musiche originali di Vivek Maddala
con Dayahang Rai (Chandra), Sumi Malla (Pooja), Amrit Pariyar (Badri)
presentato a Venezia73 nella sezione Orizzonti

By |2016-09-07T18:52:11+00:00Settembre 7th, 2016|Categories: festival, film, recensioni|Tags: , |

About the Author:

One Comment

  1. […] SUN -> articolo dedicato Presentato nella sezione Orizzonti ambientato in Nepal è la storia di Chandra che torna al suo […]

Leave A Comment

About

Bubbleblog è un blog personale irregolare, per tenere traccia di quello che vedo e che non voglio dimenticare di aver visto.

Contatti

Se vuoi entrare in contatto, c’è un form a questo link