Venezia73 – “Una hermana”. Opera prima densa e coraggiosa

/, film, recensioni/Venezia73 – “Una hermana”. Opera prima densa e coraggiosa

 

Empalme Lobos è un posto desolato sperduto nell’Argentina rurale. Ed è dove Verena Kuri e Sofìa Brokenshire girano “Una Hermana”. Le due registe sudamericane (classe 1979 la prima, 1988 la seconda, al loro primo film realizzato grazie alla Biennale College) raccontano la storia di Alba, una ragazzina adolescente che d’un tratto si trova a dover affrontare problemi più grossi di lei. Sua sorella Guadalupe scompare, lasciandole un bambino piccolo da accudire, una madre tonta da gestire, un po’ di debiti e un negozio da mandare avanti. E un sistema sociale che non l’aiuta, tra burocrazia e sostanziale menefreghismo.

“Una Hermana” è un film secco, fatto di poche inquadrature occupate tutte dalla protagonista (davvero brava Sofia Palomino) e che ci porta dentro il dolore di lei e soprattutto le sue fatiche.

Un film “politico” dicono le due registe:

abbiamo diretto “Una Hermana” con in mente i tantissimi casi di donne scomparse. E con le piccole comunità sparse ai margini del sistema ferroviario, che oggi stagnano nella recessione

“Una Hermana” è un’opera prima interessante per la densità, e coraggiosa per non aver voluto scegliere un finale, facendo entrare lo spettatore solo nel dolore degli sguardi senza concedere la consolazione di una fine.
Come se Alba dovesse soffrire in eterno.
Come probabilmente le Alba d’Argentina soffrono.


“Una hermana” (Una sorella)
scritto e diretto da Verena Kuri e Sofìa Brokenshire
con Sofia Palomino (Alba)
presentato a Venezia73 sezione Biennale College

 

 

By |2016-12-04T22:57:46+00:00Settembre 6th, 2016|Categories: festival, film, recensioni|Tags: , |

About the Author:

One Comment

  1. […] HERMANA -> articolo dedicato Argentina, 2016 scritto e diretto da Verena Kuri e Sofia Brockenshire con Sofia Palomino prodotto […]

Leave A Comment

About

Bubbleblog è un blog personale irregolare, per tenere traccia di quello che vedo e che non voglio dimenticare di aver visto.

Contatti

Se vuoi entrare in contatto, c’è un form a questo link