Venezia73 – “Ordinary Family” è un film straordinario sui marciapiedi di Manila

/, film, luoghi, recensioni/Venezia73 – “Ordinary Family” è un film straordinario sui marciapiedi di Manila

Senza velleità di analizzare il film e scientificamente definirne la bontà, “Pamilya Ordinaryo” (Ordinary Family) mi appare bellissimo e denso.

Forse può sembrare non ci sia niente di “normale” in Jane e Aries, 16 anni, che vivono sui marciapiedi di Manila, rubacchiando qua e là, amandosi, cullando un figlio. Ma forse è tutto “normale” se abbandoniamo lo sguardo occidentale, colpevolmente troppo lontano dalle bidonville delle metropoli del mondo.
Jane e Aries vivono una normalità durissima a bordo strada: a lavarsi nelle fontane, a dormire sui cartoni e a crescere un figlio. E tutto poi precipita quando quel figlio, Baby Arjan (dalla contrazione dei nomi dei genitori), viene anche rubato.

Jane e Aries vanno alla polizia (che si approfitta di Jane), poi dai media (che realizzano uno stupido servizio che porterà loro ancora più odio: “gente come voi non può permettersi di fare figli” dirà un telespettatore). Anche i genitori non aiutano (“dimenticalo, scopa e fanne un altro” dice la madre di lei). E la “solidarietà della strada” non c’è: “l’hai venduto per farci soldi”, è l’accusa di un amico.

Sono soli Jane e Aries ma incredibilmente uniti nei loro capricci adolescenziali, nelle difficoltà di tutti i giorni, nella ricerca del bambino.
E nei bordo strada affollati di Manila, il loro “amore” così straordinario, è l’unica cose che tiene.

Pamilya Ordinaryo Venezia73

Pamilya Ordinaryo Venezia73

Lo scorso anno a Venezia fu presentato un altro film ambientato nelle strade di Manila, “Blanka”, favola centrata su una bambina ancora più piccola di Jane e Aries, scritta e diretta da Kohki Hasei [-> link].

La storia di Jane e Aries, di Blanka e le strade di Manila viste con questo sguardo così profondo, sono un motivo più che valido per ricordarci quanto sia straordinario il cinema lontano dagli effetti speciali e dalle star da tappeto rosso. Il cinema può ancora essere il racconto di una storia.

 


“Pamilya Ordinaryo” (Ordinary Family)
scritto e diretto da Eduardo Roy Jr.
con Hasmine Kilip (Jane) e Ronwaldo Martin (Aries)
presentato a Venezia73 nella sezione Giornate degli Autori – Venice Days

 

 

By |2016-09-02T23:10:27+01:00Settembre 2nd, 2016|Categories: festival, film, luoghi, recensioni|Tags: , |

About the Author:

One Comment

  1. […] ORDINARYO -> articolo dedicato Filippine, 2016 – 107′ – 1:1.85 di Eduardo Roy Jr. presentato nella sezione […]

Leave A Comment

About

Bubbleblog è un blog personale irregolare, per tenere traccia di quello che vedo e che non voglio dimenticare di aver visto.

Contatti

Se vuoi entrare in contatto, c’è un form a questo link